Carta della Pace | Carta della Pace per la tutela della Memoria, dei Diritti dell'Uomo e dell'Ambiente
Riconosciamo a Donne e Uomini di Buona Volontà il nostro plauso e proponiamo la testimonianza della loro esistenza quale esempio educativo per le nuove generazioni alle quali sono affidate le sorti del Pianeta e del Genere Umano chiedendo ad esse di compromettersi per la Pace”.
carta della pace, tutela, memoria, diritti dell'uomo, ambiente, cultura, alimentazione, cibo sano, agricoltura
2
home,page,page-id-2,page-template-default,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,large,shadow3
title

La “Carta della Pace” per la Tutela della Memoria dei Diritti dell’Uomo e dell’Ambiente

 ISTITUZIONE 24 LUGLIO 2006

La “Carta della Pace” per la Tutela della Memoria, dei Diritti dell’Uomo e dell’Ambiente è stata istituita il 24 Luglio del 2006 dalla Fondazione Culturale “Paolo di Tarso” su proposta di Fabio Gallo, Responsabile dell’Ufficio Cultura della Basilica Santa Maria degli Angeli e dei Martiri di Roma – Chiesa delle Celebrazioni Ufficiali della Repubblica Italiana.

Carta della Pace

CON LA CARTA DELLA PACE

“Riconosciamo a Donne e Uomini di Buona Volontà il nostro plauso e proponiamo la testimonianza della loro esistenza quale esempio educativo per le nuove generazioni alle quali sono affidate le sorti del Pianeta  e del  Genere Umano chiedendo ad esse di compromettersi per la Pace”.

IL TEMPO PER LA “CARTA DELLA PACE”

La Cerimonia di consegna della “Carta della Pace” non è condizionata dal tempo, dunque dall’annualità. Essa si promuove quanto si manifestano le condizioni che dipendono dall’individuazione di Donne e Uomini di buona volontà meritevoli di essere invitati a riceverla. La “Carta della Pace” può essere consegnata anche nella Città di appartenenza degli insigniti, qualora lo rendano necessario gli eventi.

Basilica Santa Maria degli Angeli e dei Martiri di Roma

FABIO GALLO: LA “CARTA DELLA PACE”

“La Pace non è un traguardo ma un camino senza fine operato dall’Essere Umano in continuo conflitto con se stesso e con i propri simili. Un cammino difficile che necessita di un grande sforzo culturale e di maturità di Donne e Uomini di buona volontà disponibili a compromettersi per la Pace, per la ricerca di una moltitudine di opportunità culturali e di condivisione che dovranno necessariamente basarsi sul rispetto della Persona, sulla promozione della Verità, dei Diritti di tutti gli Esseri Umani, sulla responsabilizzazione dell’Istituto della Giustizia. 

La “Carta della Pace” è una finestra che si apre su questi valori e che ci vede affacciati ad ammirare coloro i quali, per un motivo o per un altro, sono riusciti ad intraprendere questo cammino, tutto in salita.

La “Carta della Pace” sarebbe solo carta, semplice carta, se non fosse per la dignità infusa ad essa dalla michelangiolesca Basilica dello Stato dedicata a Maria Madre di Cristo e Vergine degli Angeli e dei Martiri cristiani, che ne ha assunto la paternità. E’ solo Lei, assisa nell’alto del Regno dei Cieli, che ha la visione chiara e può indicarci il cammino. Essa, dunque, la “Carta della Pace”, sfugge alla sua semplice sostanza fisica per manifestare il suo aspetto altamente simbolico di strumento al servizio della comunità. Possiamo dunque dire che la “Carta della Pace” è la rappresentazione della coscienza di tanti che riconoscono a pochi di essere esempio per l’intera umanità”.

carta della pace 2012 - vescovo mons. matteo zuppi

LE RICORRENZE

PRIMA EDIZIONE 17 GENNAIO 2007
La Prima Cerimonia ha preso vita il 17 Gennaio 2007 e ha visto insigniti della “Carta della Pace” Mr. Rudolph Giuliani Sindaco di New York e il Soprano Ines Salazar.
La Consegna è avvenuta nel corso dell’Evento concertistico tenutosi presso la Basilica Santa Maria degli Angeli e dei Martiri di Roma a sostegno delle Comunità di Bambini dello Zambia. Evento promosso grazie all’interesse del Vescovo di Mileto, Nicotera, Tropea, S. E. Mons. Domenico Tarcisio Cortese.

SECONDA EDIZIONE 22 GIUGNO 2008 
La seconda Cerimonia di consegna della “Carta della Pace” si è tenuta in occasione dell’anteprima mondiale del Bimillenario della nascita di San Paolo, (Anno Paolino), presso la  michelangiolesca Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri di Roma. Nel corso della seconda edizione sono stati insigniti della “Carta della Pace” S. E. Reverendissima il Cardinale Arciprete della Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura Andrea Cordero Lanza di Montezemolo, il Magistrato Antimafia di Reggio Calabria Nicola Gratteri, la Società San Paolo, le Figlie di San Paolo (Paoline)Camilian DemetrescuFranco Zeffirelli.

TERZA EDIZIONE 21 – 22 SETTEMBRE 2012
La terza Cerimonia di consegna della “Carta della Pace” è stata condivisa da due capitali della Fede cristiana: Assisi e Roma. Giorno 21 Settembre 2012, ad Assisi, è stato insignito della “Carta della Pace” Padre GianMaria Polidoro, Fondatore di Assisi Pax International.
Nella Cerimonia di Roma di giorno 22 Settembre 2012 presso la Basilica Santa Maria degli Angeli e dei Martiri di Roma, a ricevere la Carta della Pace è toccato, invece, all’Associazione “SS. Pietro e Paolo” già Guardia Palatina d’Onore in Vaticano, al Prof. Antonino Zichichi Presidente della Federazione Mondiale degli Scienziati, al Prof. Stefano Lucchini Presidente Fondazione Benedetto XVI, al Serra International Italia dedita al sostegno delle vocazioni sacerdotali,  al Prof. Fausto CantarelliEconomista Agroalimentare, a Mons. Renzo Giuliano già Rettore della Basilica Santa Maria degli Angeli di Roma.
Due, le Carte della Pace alla memoria: al Prof. Carlo Gaggi per l’opera svolta da Docente di Ecologia dell’Università di Siena (ha ritirato la Carta della Pace il Prof. Roberto Bargagli Direttore del Dipartimento di Scienze Ambientali dell’Università di Siena), al Dott. Enzo Drago, esperto in Finanze (ha ritirato per lui la Signora Pina Drago).
Approfondisci qui e vedi le fotogallery – Leggi anche la News

carta della pace - mons. renzo giuliano

DALL’INTERVENTO DI MONS. RENZO GIULIANO

La relazione di Mons. Renzo Giuliano Parroco della michelangiolesca Basilica è stata brevissima e diretta a evidenziare il grande ruolo di San Paolo nella vita dell’uomo moderno e il lavoro svolto dalla Fondazione Culturale “Paolo di Tarso”, espressione della stessa Basilica, nel settore della comunicazione moderna, quella della rete.

“La Fondazione “Paolo di Tarso” è giovane e non riceve finanziamenti statali di nessun genere. Nonostante tutto è stata capace, grazie al sacrificio di giovani cattolici esperti e lungimiranti cresciuti in questa Parrocchia, di dare vita ad una moltitudine di sistemi di connettività grazie ai quali ogni giorno entrano in rete notizie posate e corrette e immagini meravigliose che testimoniano in rete la Bellezza della Cultura Italiana e della Civiltà Cristiana. Tra queste perle, le Testate Giornalistiche del Gruppo ComunicareITALIA che – ha affermato Mons. Renzo Giuliano – sono un modello di Comunicazione aperta a tutti, una rivoluzionaria presa di posizione nel mondo dell’Informazione ove essa deve farsi rispettosa della Verità e della dignità della Persona perché oggi, nella Società dell’Informazione, sempre più alla portata del palmo della nostra mano con la tecnologia mobile, la Pace dipende anche dalla qualità dall’informazione, corretta  e costruttiva”.

carta della pace - fondazione paolo di tarso

INSIGNITI DELLA “CARTA DELLA PACE” 2015 E MOTIVAZIONI

AD ADRIANA MUSELLA
Presidente “RIFERIMENTI” – Coordinamento Nazionale Antimafia

Per avere saputo trasformare la Memoria di suo Padre Gennaro
vittima innocente della mafia,
in una finestra sempre aperta sullo splendore di una
Società Giusta e rispettosa dei Diritti Umani.
Per avere saputo offrire ai Giovani l’opportunità di cogliere
tra i mille fiori profumati, quello che simboleggia il coraggio e l’Amore per il Prossimo:
la Gerbera Gialla.

carta-della-pace-adriana-musella

ALLA CITTA’ DI COSENZA

Per avere intrapreso un cammino che attraverso la sua simbologia
educa ad una cultura Ecumenica e di Pace.
Per avere illuminato la notte con i segni della Cultura
dei Popoli e del Tempo e accolto il viandante
e chi esposto alle intemperie si procura il Pane, con la
Parola di Pace.

carta-della-pace-cosenza

INSIGNITI DELLA “CARTA DELLA PACE” 2013 E MOTIVAZIONI

ISTITUTO D’ISTRUZIONE SUPERIORE “R. PIRIA” DI ROSARNO

Ai Ragazzi dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Raffaele Piria” di Rosarno – Laureana di Borrello,
a tutti insieme e ad uno per uno,
alla Preside Mariarosaria Russo,
al  Corpo Docente,
per avere edificato in questa Città un Grande Pozzo.
Perché chi lo ha fatto era certo che l’Acqua sarebbe stata
la Fonte di un nuovo Battesimo, non più nel rimpianto,
ma nella vita e nel mondo.
Perché grazie a voi iniziamo a scrivere una nuova pagina di storia:
quella dell’Italia più Bella.

carta-della-pace-istituto-piria-rosarno

INSIGNITI DELLA “CARTA DELLA PACE” 2012 E MOTIVAZIONI

PADRE GIANMARIA POLIDORO
Fondatore di Assisi Pax International

All’Uomo di Pace per la Tutela della Memoria di
Santa Chiara e San Francesco di Assisi.
Per avere portato l’esempio del loro Fraterno Amore nel mondo,
per avere aperto alle sorgenti del loro amore il cuore di milioni di giovani
alla ricerca di valide motivazioni per credere, vivere e sacrificare,
se necessario, la propria esistenza per il prossimo.
Per avere fatto di questi giovani quel grande Movimento Culturale della Pace,
condiviso con i Grandi della Terra e sostenuto da
Giovanni Paolo II  e Benedetto XVI.

assisi-carta-della-pace-2012-conferenza-dieta-mediterranea-01

PROF. FAUSTO CANTARELLI

Per avere contribuito in maniera determinate
alla tutela della Memoria della Civiltà Contadina, della Terra d’Italia e dei suoi Frutti.
Per avere trasformato tutto questo,
grazie alla sua Illuminata visione di  Accademico dell’ Economia Agro Alimentare,
nel Valore noto al mondo come  Made in Italy;
Per aver orientato l’economia moderna
verso quell’Ecologia del rapporto tra Uomo e Natura definita Green Economy,
per avere, insieme ad Ancel Keys, consegnato alla Società il suo alto contributo scientifico
che individua nella Dieta Mediterranea – oggi Patrimonio Immateriale dell’Umanità,
il bene per la Tutela della Salute del genere umano.

02-carta-della-pace-2012-prof-fausto-cantarelli-luana-gallo-pres-fondazione-paolo-di-tarso-don-franco-cutrone

ASSOCIAZIONE SS. PIETRO E PAOLO

già Guardia Palatina d’Onore in Vaticano:
per avere fatto dell’Amore a Maria un esempio di fedeltà alla Chiesa
e di servizio alla comunità cristiana,
per essere i custodi della Memoria e delle fondamenta della
Chiesa dei SS. Pietro e Paolo
nonché quotidiani cultori della tutela del Santo Padre e della Sede Apostolica.
Esempio di obbedienza e devozione a Cristo.

carta della pace - serra international club

SERRA INTERNATIONAL CLUB

Per la Tutela della Memoria cristiana
attraverso il costante lavoro a sostegno della Vocazioni Sacerdotali,
perché la Chiesa di Cristo possa sempre avere
in ogni luogo del mondo illuminati Ministri.
Per la capacità di offrire Amore che si fa Carità, Accoglienza, Sostegno, Fraternità.
Per avere saputo unire Donne e Uomini di buona volontà
in una missione ispirata a Maria,
perfetta unione tra la chiamata di Dio a quanti rispondono con cuore puro
“eccomi” e “guardano in alto senza avere paura di essere santi”.

Carta della Pace all'Associazione Serra International Club Italia

ANTONINO ZICHICHI

Presidente della Federazione Mondiale degli Scienziati,
per avere tutelato la Memoria di Galileo Galilei restituendogli la dignità di Uomo di Fede,
“Padre della logica del Creato”, riconducibile a Dio.
Per essere lo scienziato che ha saputo dare vita alla Grande Alleanza voluta da
Giovanni Paolo II tra la Fede e la Scienza,
per avere consentito che si lasciasse all’Umanità il pensiero del Pontefice
inciso sul Lucernario della Basilica Santa Maria degli Angeli e dei Martiri di Roma:
“la Scienza ha radici nell’Immanente ma porta l’Uomo nel Trascendente”.

carta della pace - antonino zichichi

STEFANO LUCCHINI

Per il suo impegno nelle più Alte Istituzioni in campo energetico mondiale,
per avere sempre guardato oltre,
fino ad affacciarsi agli orizzonti della Pace,
inesprimibile visione riservata ai colossi di umiltà e ai grandi di spirito,
per essersi fatto carico, da lavoratore nelle Nazioni,
del Progresso e della diffusione dell’Amore cristiano che risiede nella
Famiglia, anima della Democrazia
e fondamento del primo e più naturale Diritto dell’Uomo, insieme alla Vita.
Per il suo impegno nella promozione di tale visione quale
Presidente della Fondazione Benedetto XVI.

carta della pace - stefano lucchini

REV.MO MONS. RENZO GIULIANO

Con il Lucernaio ha illuminato di mille colori il cammino dei fedeli del mondo
verso la Vergine degli Angeli e dei Martiri di Roma,
con il suono dell’Organo del  Grande Giubileo dell’Anno 2000
ha aperto i cuori aridi di preghiera alla fede,
con l’Ufficio Cultura ha unito Arte, Fede e Scienza in un solo cammino di Pace.
Per avere salvato vite umane, difeso i suoi giovani e per essere stato
insieme ad essi testimone della Misericordia dell’Amore di Dio.
Per avere fatto di essi Operatori di Pace,
instancabili comunicatori della fede in Cristo,
riunendoli in una Fondazione, la “Paolo di Tarso” di donne e uomini semplici come colombe
e prudenti come serpenti, fedeli al Papa e alla Santa Madre Chiesa.

Carta della Pace - Mons. Renzo Giuliano

ROBERTO ORMANNI

Per avere sempre prestato attenzione al grido dei giusti,
per avere liberato il Giornalismo,
con rara intelligenza di illuminato cronista  giudiziario,
dal rischio di non potere rappresentare la Verità e i Diritti della Persona.
Per essersi battuto per la Libertà della Collettività e del Cittadino,
ottenendo una storica vittoria presso la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo,
isolando così la buona dalla cattiva gestione della giustizia in Italia.

carta della pace - roberto ormanni

CARLO GAGGI

Per avere tutelato l’Ambiente e il Diritto dell’Uomo a viverlo secondo Natura.
Per essere stato esempio specchiato di uomo di scienza e di valori umani.
Per avere motivato le nuove generazioni all’esercizio della conoscenza
ed al rigore morale della sua applicazione.
Per avere indirizzato e speso la propria esistenza
nella salvaguardia del rapporto tra Uomo e Territorio,
a vantaggio di quel cambiamento culturale,
visione di una nuova prospettiva di vita rispettosa dell’Ambiente.

carta della pace - carlo gaggi

ENZO DRAGO

Per la sua vita di esemplare Uomo di Fede
prodigo di suggerimenti illuminati da Carità Cristiana.
Per avere contribuito al concepimento e alla istituzione della
Fondazione Culturale “Paolo di Tarso”
facendosene primo benefattore, volendo che essa divenisse presto
l’attuale strumento di valorizzazione della Memoria cristiana
per mezzo dei moderni mezzi della comunicazione.

carta della pace - enzo drago

INSIGNITI DELLA “CARTA DELLA PACE” 2008 E MOTIVAZIONI

Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale di Santa Romana Chiesa
ANDREA CORDERO LANZA DI MONTEZEMOLO
Arciprete della Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura

Nessuno come lui può essere insignito di questo riconoscimento.
Per il servizio quotidiano e paziente alla Pace
che caratterizza da sempre la Diplomazia Pontificia,
lo porta a profondere ogni migliore impegno
per definire compiutamente i rapporti
tra lo Stato di Israele e la Santa Sede.
Per avere tutelato la Dignità e il Diritto di ogni Uomo,
Sacro Retaggio
che il Cardinale ha ricevuto
dal sacrificio di Suo Padre alle Fosse Ardeatine.

carta della pace - cardinale - andrea cordero lanza di montezemolo

NICOLA GRATTERI
Magistrato – Procuratore Aggiunto della Procura della Repubblica Antimafia di Reggio Calabria

Magistrato Antimafia sempre in prima linea.
Per il suo Cuore sempre rivolto ai Giovani,
vera Aurora della Società Civile.
Per avere dimostrato tra essi
che si può essere Apostoli della Verità e della Giustizia;
per avere perseguito il  fine di smascherare
il  Grande Inganno della cultura mafiosa,
e averlo saputo portare come antidoto
contro la morte certa della Società Civile,
tra i banchi delle scuole.

carta della pace - nicola gratteri

FRANCO ZEFFIRELLI
Regista

Perché la Sua Opera Cinematografica “ Gesù di Nazareth”
attraversò le mura alte dell’incomprensione
che divideva  popoli e fratelli
prima che esse crollassero definitivamente,
consentendo a milioni di Esseri Umani
di conoscere e riflettere il Valore del Vangelo,
come fondamento di un futuro di Pace.
Per avere, così, tutelato, la Memoria di Cristo nostro Signore.

carta della pace - franco zeffirelli

CAMILIAN DEMETRESCU

il contadino dell’Orto di Dio:
l’Artigiano, l’Artista, il Genio
che attinge alle sorgenti dei Vangeli
per decorare l’esistenza di Bellezza Divina;
che affida al tempo
lo splendore della Sua Opera Umana,
che assume la forma d’Arte,
come testimonianza della vittoria operata dalla Carità cristiana
su ogni dittatura.
Per avere donato ai suoi simili una moltitudine di segni
perché essi possano sempre porsi
alla ricerca dei Valori della Pace.

Carta della Pace a Camillian Demetrescu

SOCIETA’ SAN PAOLO  E ALLE FIGLIE DI SAN PAOLO

Un dono di Profezia all’inizio del secolo scorso
per la Tutela della Memoria Cristiana,
quando ancora non era così evidente lo slancio,
l’importanza e l’ampliarsi del mondo delle Comunicazioni Sociali, per la cultura del mondo e della Chiesa.
Perché il carisma Paolino rivela in questa realtà
la sua attualità di presenza operosa
che si incunea,
come la Spada di San Paolo,
nelle fibre di questo tempo,
per tessere una cultura dei Vangeli e della Pace.

carta della pace - figlie san paolo - societa san paolo

INSIGNITI DELLA “CARTA DELLA PACE” 2007 E MOTIVAZIONI

RUDOLPH GIULIANI
Sindaco di New York

Per l’ alto senso di responsabilità,
per la capacità di non abbandonarsi alla furia delle emozioni,
della vendetta e del dissenso
ma all’esercizio delle virtù, della comprensione e della solidarietà
riuscendo a tenere insieme la Città di New York
nel momento più buio della sua storia: l’11 Settembre.

carta della pace - rudolph giuliani

INES SALAZAR
 Soprano

Vera stella del firmamento mondiale.
Per avere promosso il Diritto all’Infanzia
investendo a suo favore i suoi guadagni di Artista
determinanti  per la realizzazione di opere e iniziative
atte ad elevare la dignità dei sofferenti.
Già insignita dell’onorificenza di Ambasciatrice dell’ UNICEF,
per la speciale dedizione verso il mondo degli Ultimi.

carta della pace - ines salazar

carta della pace associazioni vaticane

carta della pace basilica santa maria degli angeli e dei martiri roma

carta della pace 2012 - vescovo mons. matteo zuppi